SFLI
Società dei Filologi della Letteratura Italiana
presso l'Accademia della Crusca
Via di Castello, 46
50141 Firenze (Italia)
info@sfli.it
Home > Soci > Isabella Becherucci

Isabella Becherucci

Biografia

Note biografiche:

Nata a Firenze, dove risiede, il 1 febbraio 1965, è Professore Associato confermato di Letteratura Italiana presso l’Università Europea di Roma [recapito: v. Gioberti 82, 5012 (FI); tel. 055245718; cell. 3357278208; e-mail: isabella.becherucci@gmail.com]. 

Ha conseguito l’idoneità alla prima fascia in L-FIL-LET/10 ASN 2016 (marzo 2016).
Ha conseguito l’idoneità alla prima fascia in L-FIL-LET/13 ASN 2016 (marzo 2018)

Curriculum:

Si è laureata con 110 e lode nel 1990 in Letteratura Italiana presso l’Università degli Studi di Firenze con una tesi diretta da Domenico De Robertis sull’Adelchi di Alessandro Manzoni.

Nel 1995 ha conseguito con 70 e lode il Perfezionamento in Discipline Filologiche e Linguistiche Moderne presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, essendo relatore Alfredo Stussi.

Successivamente è stata borsista post dottorato presso l’Università degli Studi di Firenze (1996-1999: tutor Rosanna Bettarini).

Ha altresì usufruito di una borsa di studio della Scuola Superiore di Studi Umanistici di Siena (2003-2004: tutor Natascia Tonelli).

Dopo aver conseguito l’idoneità a Professore di ii fascia di Letteratura Italiana (ottobre 2006), ha vinto un posto di Dottorato in Italianistica presso l’Università degli Studi di Ginevra (marzo 2008) con una tesi su La prosa dell’Arcadia di Iacopo Sannazaro: ha superato il passaggio del primo anno (mémoire de pré-doctorat: aprile 2009).

Nel maggio 2010 è stata chiamata come Professore Associato di Letteratura Italiana all’Università Europea di Roma, per cui ha interrotto il secondo dottorato presso l’Università di Ginevra. Nell’ottobre 2013 ha ricevuto la conferma in ruolo. Nella prima tornata ASN 2016 ha conseguito l’idoneità alla prima fascia per L-FIL-LET/10

Fa parte del Collegio di Dottorato Filologia, Letteratura italiana, Linguistica dell’Università degli Studi di Firenze.

Nella primavera 2017 ha tenuto per affidamento all’Università degli Studi di Firenze il corso di Filologia italiana.

Nel decennio 1985-95 è stata redattrice della rivista di poesia comparata Semicerchio (Firenze, Le Lettere), organo dall’Associazione culturale «Il Cenobio fiorentino». Ha continuato ancora per alcuni anni a partecipare al suo Coordinamento redazionale.

Dal 2002 è condirettrice della rivista semestrale di letteratura italiana Per leggere. I generi della lettura (Lecce, Pensa Multi Media, rivista di fascia A). Dal 2017 è membro del comitato scientifico della Rivista di studi manzoniani. E’ iscritta all’albo revisori REPRISE svolgendo regolarmente il servizio.

Ha fatto parte del PRIN 2010-2011 area scientifico-disciplinare 10 (Scienze dell’antichità, filologico-letterarie e storico artistiche) diretto da V. Fera (Univ. di Messina), come componente dell’Unità di Ricerca di Siena (responsabile N. Tonelli).

 

 

 

Bibliografia

Elenco delle pubblicazioni più rilevanti:

Edizione critica

1) Manzoni, Adelchi, edizione critica a cura di I. Becherucci, Firenze, Accademia della Crusca, «Scrittori italiani e testi antichi pubblicati dall’Accademia della Crusca», 1998

Monografie

2) Scampoli manzoniani, Firenze, Franco Cesati («Strumenti di letteratura italiana»), 2012 [all. 5/2]

3) L’alterno canto del Sannazaro. Primi studi su l’Arcadia, Lecce, Pensa Multimedia («Quaderni di Per leggere»), 2012

 Edizione commentata

4) Alessandro Manzoni, Discorso sopra alcuni punti della storia longobardica in Italia a cura di I. Becherucci. Premessa di D. Mantovani, Milano, Centro Nazionale Studi Manzoniani, «Edizione Nazionale ed Europea delle Opere di Alessandro Manzoni», vol. 5, 2005

Curatele di volumi

5) Dieci anni di Per leggere. I generi della lettura, Atti della giornata di studio all’Università Europea di Roma. Indici della prima serie (nn. 1-20), a cura di I. Becherucci, Lecce, Pensa Multimedia, 2011

6) Domenico De Robertis, Gli studi manzoniani, a cura di I. Becherucci, Firenze, Franco Cesati («Filologia e ordinatori»), 2014

 Articoli recenti

Gli Inni Sacri del 1822: strategie editoriali, «Quaderni ginevrini d’italianistica», Lecce, Pensa MultiMedia, 2015, pp. 167-94

La collaborazione di Ermes Visconti alla tragedia del Conte di Carmagnola, «Per leggere», n. 29, autunno 2015, pp. 109-39

Storia del testo, nel volume Adelchi, dell’«Edizione Nazionale ed Europea delle Opere di Alessandro Manzoni», Milano, Casa del Manzoni, 2015) e Unità dell’opera in una plaquette allegata al volume (Centro Nazionale Studi Manzoniani), 2015.

Sull’Adelchi di Alessandro Manzoni: bilanci e integrazioni, «Studi di filologia italiana», lxxiii, 2015, pp. 391-442.

Voci: Antonio da Montalcino e Giovanni Pigli per l’acav (Atlante dei canzonieri in volgare del Quattrocento), a cura di A. Comboni e T. Zanato, Firenze, Edizioni del Galluzzo, 2017, 65-68 e 673-674.

• Premessa e curatela a La resa grafica dei testi volgari. Atti del Seminario di Filologia per cura di Giuliano Tanturli, (Università degli Studi di Firenze, 4, 11, 18 aprile 2016, «Per leggere», n. 32-33 (primavera-autunno 2017), pp. 145-49.

Filologia di autore in Storia, tradizione e critica dei testi. Per Giuliano Tanturli. Vol. I,  a cura di Isabella Becherucci e Concetta Bianca, Lecce, Pensa MultiMedia, «Quaderni di Per leggere», 2017, pp. 35-46.

Sul teatro manzoniano: rassegna critica, «Annali Manzoniani», terza serie, n. 1, pp. 12-25.

Pubblicazioni in corso di stampa

Per l’Adelchi semaforo rosso, in Miscellanea in onore di Giovanni Bardazzi, Lecce, PensaMultiMedia., «Quaderni ginevrini»

L’edizione critica dell’Hercole di Giovanni Battista Giraldi Cinzio per cura d’una ‘sorella’. Precisazione. In Miscellanea in onore di Carla Molinari

La partecipazione di Cesare Arici alla traduzione delle Epystole del Petrarca, relazione Seminario conclusivo del Progetto Prin 2010-2011 – Unità di Siena, Per il Petrarca latino: opere e traduzioni nel tempo

 Da tempo si occupa dei problemi con la Censura austriaca in vista della sua monografia ormai allo stadio finale Il testo ingabbiato. Censura e autocensura nell’opera del Manzoni.