SFLI
Società dei Filologi della Letteratura Italiana
presso l'Accademia della Crusca
Via di Castello, 46
50141 Firenze (Italia)
info@sfli.it
Home > Soci > Paola Vecchi Galli

Paola Vecchi Galli

paola_vecchi
Biografia

Paola Vecchi è Professore ordinario di Filologia della letteratura italiana (Laurea Triennale) e di Letteratura e Filologia italiana (Laurea Magistrale).
Insegna presso il Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica (Facoltà di Lettere e Filosofia) dell’Università degli Studi di Bologna. Dal 2011 insegna anche presso il Corso di Laurea magistrale interateneo in Culture e tradizioni del Medio Evo e del Rinascimento attivato presso l’Università di Ferrara.
Nell’ambito del Dipartimento di Filologia classica e Italianistica dell’Università degli Studi di Bologna, ha occupato e svolge numerosi incarichi: è stata garante del Comitato per l’assegnazione dei fondi ministeriali (RFO, Comitato 10); ha fatto parte della Commissione scientifica che dirige la Biblioteca di Italianistica; è membro del Dottorato in Culture letterarie, filologiche, storiche dell’Università di Bologna e, dal I ottobre 2007 sino al 2010, è stata Coordinatore del Dottorato in Italianistica. Attualmente dirige il Cerb (Centro per la Ricerca bibliografica), attivato presso il Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica di Bologna. E’ responsabile dell’accordo Erasmus Università degli studi di Bologna-Salamanca. E’ membro della VRA per il Panel 10 dell’Università di Bologna.
Dal giugno 1999 Paola Vecchi è Socio residente della Commissione per i Testi di Lingua in Bologna; dal novembre 2014 ne è il Presidente. Dal giugno 2004 fa parte del Consiglio Direttivo del Centro Studi “Matteo Maria Boiardo”: ed è membro del Comitato scientifico che coordina la pubblicazione di tutte le opere di Matteo Maria Boiardo. Dal gennaio 2014 è Socio residente corrispondente della Accademia delle Scienze dell’Istituto di Bologna. Dal 2008 dirige, con Emilio Pasquini, Alfredo Cottignoli, Vittorio Roda, la rivista scientifica “Studi e problemi di critica testuale”. Dal settembre 2011 è direttore responsabile della nuova rivista di storia del libro e del testo “TECA”.
Quanto alla sua attività di ricerca, ha partecipato a numerosi Convegni di studio, in Italia e all’estero, e ha collaborato a iniziative culturali che corrispondono a specifiche aree di approfondimento scientifico: si segnalano in particolari gli interventi, filologici e ermenutici, su Dante e Petrarca, sulla poesia del Tre e Quattrocento, sui metodi e sulle forme di pubblicazione e di interpretazione del testo letterario.